Contenuto

Velocità

Principi e tecniche d'allenamento

L’allenamento della velocità deve innanzitutto permettere di diventare più rapidi. Per raggiungere questo obiettivo vanno osservati alcuni principi.
Per allenare la velocità si prestano molto bene le corse progressive e basate sulla frequenza

Per allenare la velocità si prestano molto bene le corse progressive e basate sulla frequenza

  • L’importanza del riscaldamento: solo degli allenamenti che prevedono dei carichi di lavoro massimali permettono di incrementare la rapidità. Per evitare fastidiosi infortuni è opportuno iniziare l’allenamento con alcuni esercizi di riscaldamento: corsa leggera, esercizi di mobilità articolare, allungamento muscolare.
  • Le pause: durante una sessione di allenamento è opportuno prevedere delle pause alla fine delle singole serie di ripetizioni.
  • Una pianificazione ottimale delle pause è tanto più importante quanto più si avvicina il giorno della gara. Nei giorni che precedono la competizione vale il principio «un minuto di pausa per dieci metri di corsa».
  • La forza come base: la forza muscolare è la premessa indispensabile per svolgere qualsiasi attività sportiva. Nelle sessioni iniziali di un programma di allenamento della velocità è quindi opportuno prevedere degli esercizi che incrementino la forza. Ciò è possibile sollevando dei pesi, correndo contro una resistenza, spiccando dei salti nella sabbia, ecc. Negli allenamenti successivi il carico verrà ridotto e dovrebbero essere svolti degli esercizi che obbligano ad eseguire il movimento ad una velocità superiore a quella che si potrebbe raggiungere in condizioni reali (ad es. correre facendosi trainare).
  • La tecnica: allenare un movimento ad alte velocità solo quando si padroneggia il gesto tecnico.
Metodica e aiuti per migliorare la velocità

Affinché un allenamento della velocità sia efficace, è imperativo che gli esercizi vengano svolti nel minor tempo possibile. Tuttavia, l’esortazione del tipo «dai, più veloce!» non è pagante. Molto meglio proporre agli allievi degli esercizi o dei giochi improntati su delle piccole sfide con se stessi o con i compagni. Una volta acquisito il gesto motorio, è possibile aumentarne la velocità di esecuzione.

Ecco alcuni esempi:

Staffette svolte sotto la pressione del tempo; giochi in cui è fondamentale essere veloci per battere l’avversario.

Giochi o esercizi in cui gli allievi sono obbligati ad aumentare la frequenza dei passi e quindi la velocità del gesto motorio.

Correre in discesa permette di allenare la velocità oltre i propri limiti.

Categorie

  • Tipo di contenuto: Approfondimenti
  • Categorie di età: 11-15 anni, 16-20 anni, 21-65 anni, 66-80 anni
  • Livelli scolastici: Scuola media, Medie superiori/scuole professionali, Medie superiori/liceo
  • Livello di capacità: Principianti, Avanzati, Esperti
  • Livello di apprendimento: Acquisire, Applicare, Creare
  • Modello di prestazione: Reagire, Riserve condizionali, Capacità coordinative, Velocità
  • Competenze educazione fisica: Correre
  • Campi d’azione: Allenamento