Sport e disabilità

Sfiorare i limiti

Ogni allievo, sia esso normodotato che diversamente abile, ha i suoi limiti che però può superare con il giusto aiuto. Molti compiti si possono assolvere solo in gruppo e mai individualmente.

Il compito di ciascun gruppo composto di 10-12 allievi è di fissare un adesivo il più in alto possibile alla parete, senza oltrepassare un’altezza massima prestabilita. La parete può essere sfruttata soltanto come appoggio e non per arrampicarsi. Gli allievi che non svolgono l’esercizio si impegnano a garantire la sicurezza dei compagni.

 

  • Salire e rimanere in equilibrio su una carrozzella, successivamente attaccare un adesivo alla parete.
  • Attaccare l’adesivo alla parete salendo su una sbarra. Attenzione agli aspetti di sicurezza.
  • L’attraversata: disporre tutti gli attrezzi nella palestra. A gruppi, arrampicarsi da un attrezzo all’altro senza mai toccare il pavimento con i piedi.
  • Suddividere la classe in gruppi di cinque allievi. Ogni team inventa un percorso a tema agli attrezzi (ad esempio la rotazione in avanti sul tappeto, al trampolino, alla sbarra, sul cassone, ecc.) della durata di circa due minuti e che poi proporrà agli altri gruppi.

 

Andicap: in coppia. Svolgere gli esercizi descritti sopra, ma con delle difficoltà aggiuntive, ad esempio:
– bendati;
– senza poter utilizzare un braccio;
– senza parlare;
– legando due allievi alle caviglie con una corda.

 

Cosa osservare?
– Riconosco i miei limiti e riesco a non spingermi oltre?
– Sono in grado di motivare i compagni?
– I compagni si fidano di me?