Contenuto

Sport e inclusione – Rappresentazione e danza

Danza parziale

Durante questo esercizio gli allievi devono essere in grado di controllare specifiche parti del corpo in maniera mirata.

Fumetto: descrizione dell'esercizioGli allievi si dispongono in cerchio, con la musica di sottofondo. Iniziano dai piedi e muovono solo quelli. Interrogare i bambini: che cosa viene dopo i piedi? Le gambe! Quindi far ballare solo le gambe, poi le ginocchia, fino alla bocca, al naso, alle orecchie e persino i capelli e gli occhi, per esercitare la mimica (pantomima). Alla fine lasciare che i bambini si muovano liberamente coinvolgendo tutte le parti del corpo e solo di tanto in tanto limitare il movimento a una parte. È possibile rendere l’esercizio più difficile, ad esempio facendo eseguire i movimenti con le mani a terra, le ginocchia sul pavimento e i piedi che si muovono nell’aria.

Esempio pratico: in classe c’è un bambino con mobilità ridotta. Creare una condizione motoria favorevole, lasciando che si stabilizzi appoggiandosi a una parete o che si sieda su un cassone svedese e aiutandolo a riconoscere e a muovere le diverse parti del corpo toccandole.

Adeguamenti in caso di disabilità

  • cognitiva: fornire degli stimoli per eseguire delle variazioni mostrando movimenti, immagini e raccontando delle storie.
Materiale: impianto stereo, cassone

Informazioni generali in caso di disabilità

  • uditiva: fare in modo che l’allievo stia in prossimità dell’altoparlante o battere il ritmo coi piedi sul pavimento per rendere percettibili le vibrazioni della musica.
  • visiva: rendere riconoscibile il palco, posizionando altri supporti (tappeti).
  • percettiva e comportamentale: azioni e movimenti costanti e ripetitivi senza un obiettivo o una funzione specifica (stereotipata) possono avere un effetto rassicurante e, se possibile, essere integrati nell’atto motorio; preannunciare il contatto fisico.
  • cognitiva: eseguire i movimenti insieme agli allievi. Consentire all’allievo di visualizzare i compiti da svolgere mediante la narrazione di storie.
  • motoria: facilitare posizioni iniziali e del corpo estensive della sfera motoria e offrire supporti per l’equilibrio, ad esempio una parete, cassoni svedesi, deambulatori o aiuto degli insegnanti.

Categorie

  • Tipo di contenuto: Dentro, Esercizi
  • Categorie di età: 5-7 anni, 8-10 anni
  • Livelli scolastici: Scuola elementare
  • Livello di capacità: Principianti, Avanzati, Esperti
  • Livello di apprendimento: Acquisire, Applicare
  • Competenze educazione fisica: Ballare, Esprimersi, creare
  • Forme basilari di movimento: Muoversi a ritmo, danzare