Contenuto

Burner Games

Divertimento garantito

«Troppo forte!». Gli allievi si esprimono così quando si vedono proporre una palla bruciata in versione «scalata del Cervino» o una palla seduta animata da zombie. I «Burner Games» sono una combinazione di giochi tradizionali e di varianti vicine al mondo dei giovani.

I «Burner Games» sono un capitolo a parte nella didattica dei giochi. Se da un lato è difficile applicare i contenuti appresi durante i «Burner Games» in altri sport di palla, dall’altro questi giochi permettono di stimolare maggiormente gli allievi e possono essere effettuati anche dai meno allenati. I bambini e i giovani particolarmente dotati a livello fisico si troveranno velocemente a loro agio nei «Burner Games».

Ma anche i meno capaci si divertono a partecipare. In linea di principio, si può giocare ai «Burner Games» in qualsiasi ora del giorno con persone tra i 9 e i 50 anni. Tuttavia, in funzione del livello della classe e della situazione, alcuni giochi sono più adatti di altri. Questo tema del mese presenta diversi giochi che possono essere suddivisi nelle seguenti tre categorie: giochi di contatto e comunicazione, giochi di riscaldamento e giochi più intensivi.

Comunicazione, riscaldamento e… massimo divertimento

I giochi del capitolo «comunicazione» si prestano particolarmente bene per iniziare una lezione. Sono ideali per risvegliare lo spirito ludico e fungono da «rompi ghiaccio» all’interno di nuovi gruppi. Non sono giochi molto intensivi a livello fisico e per questo possono essere svolti anche nel quotidiano, per esempio, in un’aula scolastica. Inoltre, le attività di questo tipo permettono di fare una pausa gradita durante una lezione difficile, per esempio l’ora di matematica.

I classici giochi di corsa diventano ludici e creativi nel capitolo dedicato al «riscaldamento», grazie all’apporto di idee innovative. Questi giochi stimolano la motivazione e sin dall’inizio è richiesto molto impegno sia fisico che mentale. Ciò che permette di preparare non solo la muscolatura dei giovani sportivi ma anche la loro predisposizione a fare degli sforzi.

Per tutti i gusti!

Muoversi e vivere delle esperienze in modo intenso è l’obiettivo del capitolo «Giochi per dare il massimo». Dei giochi semplici associati a varianti sorprendenti permettono ai partecipanti di dare il massimo, per l’appunto. Si tratta di giochi di ruolo, inseguimenti, duelli con o senza palla… Ce n’è davvero per tutti i gusti!

Categorie

  • Tipo di contenuto: Approfondimenti
  • Categorie di età: 8-10 anni, 11-15 anni, 16-20 anni, 21-65 anni
  • Livelli scolastici: Scuola elementare, Scuola media, Medie superiori/scuole professionali, Medie superiori/liceo
  • Livello di capacità: Principianti, Avanzati, Esperti
  • Livello di apprendimento: Acquisire, Applicare, Creare
  • Competenze educazione fisica: Giochi di squadra, Giochi in movimento, Movimenti di base agli attrezzi
  • Forme basilari di movimento: Correre, saltare, Arrampicarsi, stare sospesi, Lanciare, ricevere