Contenuto

Calcio – Allenamento del portiere

Il modello di osservazione

Il prerequisito per attuare correttamente la struttura EASI è l’applicazione del modello d’osservazione. Questo modello è stato sviluppato da Patrick Foletti, responsabile degli allenatori dei portieri in seno all’Associazione svizzera di football ASF.

Grafico: il modello di osservazione

Prima che un portiere possa compiere la sua azione, deve raccogliere ed elaborare delle informazioni (processo cognitivo). Solo a questo punto sarà in grado di proporre una risposta dal punto di vista motorio.

Per effettuare un movimento tecnico ottimale e attuarlo in modo corretto da un punto di vista tattico, il portiere deve prima di tutto essere in grado di orientarsi perfettamente nell’area o in porta e poi adattarsi al ritmo dell’azione e del pallone. Questa fase cognitiva-coordinativa è cruciale e per l’allenatore rappresenta un momento significativo di osservazione e di preparazione.

Ogni allenatore dovrebbe essere in grado di preparare il portiere in relazione alla sua posizione nell’area e in porta, nonché di reagire e di correggere il portiere se quest’ultimo non rispetta il ritmo dell’azione o del pallone.

Affinché gli elementi osservati possano essere utilizzati in modo funzionale nella pratica, la pianificazione e lo svolgimento dell’allenamento devono sempre essere strutturati secondo questi due principi.

Categorie

  • Tipo di contenuto: Approfondimenti
  • Discipline: Allenamento del portiere, Calcio, Calcio per i bambini
  • Categorie di età: 8-10 anni, 11-15 anni, 16-20 anni, 21-65 anni
  • Livelli scolastici: Scuola elementare, Scuola media, Medie superiori/scuole professionali, Medie superiori/liceo
  • Livello di capacità: Principianti, Avanzati, Esperti
  • Livello di apprendimento: Acquisire, Applicare, Creare
  • Competenze educazione fisica: Giochi di squadra
  • Forme basilari di movimento: Correre, saltare, Lanciare, ricevere