Parkour – Forza

Ripetere e rafforzare

 Il metodo delle ripetizioni permette di allenare la forza in modo efficace. Gli allievi migliorano inoltre la loro tecnica e sollecitano i muscoli in modo mirato.


Esempio: dopo un passe muraille o un salto di braccia sollevarsi per mettersi in appoggio con le braccia tese. Gli allievi si aggrappano a un bordo o a una balaustra e
si sollevano per raggiungere il più spesso possibile la posizione in appoggio con le
braccia tese, fino ad esaurimento delle forze.Gli allievi si aggrappano a un bordo o a una balaustra e si sollevano per raggiungere il più spesso possibile la posizione in appoggio con le braccia tese, fino ad esaurimento delle forze.

Variante

  • Sistema piramidale: gli allievi si sollevano una volta, poi due, poi tre, ecc., fino a esuarimento delle forze. Prevedere una piccola pausa dopo ogni ripetizione. Quando si raggiunge il numero massimo di trazioni, contare alla rovescia fino a uno.

Osservazione: scegliere una tecnica non pericolosa malgrado lo sforzo profuso.

La forza nel parkour
Grazie alle sue molteplici sfaccettature, il parkour sollecita la forza a diversi livelli. L’esplosività, la velocità e la resistenza si sviluppano principalmente attraverso i salti, le scalate, le sospensioni, ecc. L’allenamento viene completato con esercizi statici e dinamici orientati in modo specifico ai carichi. L’accento è posto sulla stabilizzazione, sugli esercizi di rafforzamento e sugli esercizi statici di resistenza che sollecitano anche la forza mentale.